Il nostro lavoro parte dallo sguardo che volge alla comprensione delle persone nella loro interezza, verso sè stesse e incontro agli altri. I bisogni e le urgenze vengono accolte nell’ottica di una trasformazione,  una comprensione, un’accettazione con la volontà di aprirsi “verso”. Le traiettorie sono tracciate insieme. Gli strumenti che vengono messi a disposizione non esulano mai dai principi di accettazione, dignità e impegno nella sincera consapevolezza che l’aiuto è uno scambio, un’interazione e necessariamente un investimento emotivo.

Visione Generale

L’Associazione concepisce l’essere umano nella sua complessità, pertanto, il modello di intervento entro cui vengono lette le sofferenze e le resilienze di una persona sono:

  • Bios La componente primariamente genetica e dunque quella biologica attraverso la quale la vita si manifesta nelle sue forme; è il fondamento del temperamento di ognuno di noi, circoscrivendo così i limiti e le potenzialità individuali. Da forma ai corpi e racconta della loro provenienza. È anche il luogo dei processi chimici che stanno alla base delle emozioni.
  • Psiche E’ pensiero, in tutte le sue forme (pensiero logico, giudizio, intuizione, immaginazione, sogno, ecc), deriva dal greco soffio vitale ed è stata tradotta con il termine Psiche o Mente. Qui è intesa come qualcosa che è più della somma dei milioni di neuroni connessi tra di loro: oltre ad essere emanazione del Bios è considerata “dispositivo totale di senso” entro cui l’essere umano può fare esperienze delle realtà ed elaborale.
  • Cultura La cultura sono i vestiti con i quali la psiche si veste e diventa riconoscibile all’interno di un gruppo di persone: la famiglia, il gruppo di amici, le appartenenze etniche, sociali, religiose, ecc. Si parla la stessa lingua, lo stesso dialetto, gli stessi gesti, grazie ai quali vengono veicolati e condivisi gli stessi significati. Fornisce le rappresentazioni entro cui viene categorizzata la realtà e le persone che la popolano.

Principi Etici

L’Associazione fonda la propria opera sui seguenti principi etici:

  • Accoglienza e assenza di giudizio. Ogni servizio è improntato sull’ascolto delle richieste, accogliendo le specificità di ognuno, al fine di poter condividere una proposta che possa identificare e dare risposte al bisogno.
  • Rispetto del tempo e dignità dell’utente. Ogni servizio è improntato sulla trasparenza dell’offerta proposta, delle tecniche utilizzate e degli obbiettivi da raggiungere, nonché sulla condivisione costante del lavoro svolto insieme.
  • Tutela della riservatezza. L’Associazione garantisce la tutela della privacy rispettando la normativa vigente, in attinenza ai dati sensibili e al desiderio di riservatezza di ogni singolo.
  • Eguaglianza ed imparzialità. I servizi dell’Associazione sono offerti a tutti alle stesse condizioni, senza distinzione di sesso, razza, opinioni politiche, religione, livello sociale e culturale. L’Associazione, perseguendo la tutela della dignità della persona, si adopera per contrastare tutto ciò che possa arrecarne pregiudizio.
  • Continuità. L’Associazione garantisce ai soci la continuità dei servizi prestati garantendo i tempi e gli spazi concordati.
  • Efficienza ed efficacia. L’Associazione si impegna a perseguire l’ottica dell’efficacia e dell’efficienza dei servizi proposti, organizzando le proprie attività col fine di garantire tempi ridotti e costi contenuti.
  • Qualità. L’Associazione si impegna ad assicurare elevati standard qualitativi nei servizi offerti, prevedendo procedure di monitoraggio-verifica e di supervisione clinica per gli operatori coinvolti.

Modelli Teorici

I modelli teorici di riferimento adottati secondo una logica multidisciplinare sono:

  • Neuroscienze L’importanza dello studio fondamenti fisiologici dell’attività psichica ha permesso di comprendere l meccanismi elettrochimici alla base del pensiero e del loro coinvolgimento nella sofferenza mentale, fornendo così un modello che supporta scientificamente le relazioni cliniche di aiuto.
  • Psicologia Clinica Quella branca della psicologia che concerne  l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Sono le incluse le attività di sperimentazione, ricerca e didattica.
  • Psicologia Dinamica Intesa come l’insieme di meccanismi e processi psichici che influenzano il comportamento e la personalità di un individuo, preso singolarmente o in relazione ad altri. Definendo l’Inconscio come zona “al di sotto” del livello di consapevolezza che si genera ed è portatore di forza ed energia.  Il conflitto nasce e “accade” come scontro tra forze manifeste e spinte al di fuori del livello di coscienza.
  • Psicologia Umanistica Il bisogno di crescita e di affermazione sono  le principali spinte di ogni comportamento umano, l’autostima ha un ruolo centrale nello sviluppo dell’equilibrio personale. La persona viene concepita nella sua interezza, è necessario valorizzare l’auto-realizzazione, la creatività, le scelte, la dignità dell’individuo e lo sviluppo del suo potenziale latente. La comprensione è basata su tre elementi: genuinità, empatia e accettazione positiva incondizionata.
  • Psicologia Transpersonale L’essere umano, per la propria piena realizzazione, ricerca profonde esperienze che aiutino a varcare i propri confini.  Questo bisogno espone ognuno di noi ad una ricerca di significati che sono di natura simbolica e che ci interroghino sul senso stesso dell’essere al mondo. Sono contemplate le esperienze di picco (con e senza l’uso di enteogeni), le emergenze spirituali, le esperienze di pre-morte e tutte quelle esperienze umane in cui vi è una modifica dello stato di coscienza.
  • Etnopsichiatria Lo studio della mente e delle sofferenze psichiche all’interno delle differenti appartenenti culturali ha permesso di sviluppare una serie di conoscenze radicate in altre discipline come l’antropologia. Lo sguardo è così posto sulla relazione che la cultura ha con la psiche e sul potere trasformativo-distruttivo che risiede in essa. Comprendendo gli strati più collettivi (familiari, etnici, ecc.) è possibile comprendere lle dinamiche e le ragioni che presiedono il vivere quotidiano.